La storia di AREA

STORIA DI AREA 0 - 1964

Campus di Padriciano: nel 1964 ed oggi

 Gli inizi

Dal 1982, anno del primo insediamento, la crescita del parco scientifico è stata continua per qualità e quantità delle attività svolte. Accanto a prestigiosi laboratori di ricerca come il Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologia (ICGEB) e il Laboratorio di Luce di Sincrotrone ELETTRA, sono gemmate numerose realtà scientifiche e imprenditoriali. Fulcro di questo sistema è il Consorzio per l’Area di Ricerca, Ente di ricerca di primo livello  del MIUR, che nel corso degli anni ha espanso il suo raggio d’azione a una serie di attività ad alto valore aggiunto, con la gestione di iniziative di formazione imprenditoriale qualificata, internazionalizzazione e trasferimento tecnologico.

Anni 80

Negli anni ’80 il focus fu la creazione delle infrastrutture (i campus di Padriciano e Basovizza a Trieste) che oggi ospitano 8 centri di ricerca e 74 imprese (di cui 20 startup) con oltre 2500 addetti (ricercatori, tecnici e imprenditori).

Anni 90

Negli anni ‘90 la strategia si spostò sul trasferimento tecnologico rivolto sia al settore delle Piccole e Medie Imprese (facilitando l’accesso all’innovazione) che alle Università (valorizzazione dei risultati della ricerca). 

Anni 2000

Nell’ultimo decennio lo stesso tema è stato declinato a livello regionale, nazionale ed internazionale con numerosi progetti di sistema e con l’avvio di un nuovo settore dedicato alla creazione d’impresa, tramite la controllata Innovation Factory, incubatore certificato che dal 2008 ad oggi ha valutato oltre 1.700 progetti d’impresa, avviando 287 percorsi di valorizzazione che hanno portato alla costituzione di 50 imprese, di cui 25 in qualità di socio finanziatore (co-founder)”.  
A rafforzamento del modello sviluppato, AREA Science Park, nel suo ruolo di coordinatore del Sistema Regionale della Ricerca (SiS) (incarico ricevuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dal Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca e dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale), si muove in rappresentanza dell’intero sistema regionale della ricerca all’interno dell’Hub FVG, coinvolgendo in questo modo i diversi attori nello sviluppo degli asset strategici e nell’evoluzione dello stesso Hub. 

Le foto storiche

Il Campo Profughi dove poi è sorta AREA Science Park

Il Campo Profughi dove poi è sorta AREA Science Park

Da sinistra: Sindaco (Richetti) e il Presidente di AREA di allora (Anzellotti). Discussione del secondo progetto, che prevede due Campus distinti

Da sinistra: Sindaco (Richetti) e il Presidente di AREA di allora (Anzellotti). Discussione del secondo progetto, che prevede due Campus distinti

La prima sede di AREA Science Park

La prima sede di AREA Science Park

More info? Contattaci

se clicchi INVIA aderisci alla policy privacy

Pagina aggiornata il: 26 giugno 2017