Politiche di innovazione territoriale

Mettiamo a disposizione nuove metodologie per l’innovazione a livello nazionale e internazionale, dopo averle sperimentate a livello locale.

Area Science Park è l’unico, tra gli enti di ricerca, ad avere come missione quella di favorire e promuovere “lo sviluppo del sistema economico basato sulla ricerca scientifica e tecnologica e sull’innovazione”.
In quest’ottica quindi  ha sviluppato e implementato una serie di metodologie proprietarie di sviluppo socioeconomico di un territorio, a livello regionale, nazionale e internazionale.

Innovazione a livello nazionale

Area Science Park ha sviluppato un nuovo modello di sistema industriale, denominato Sistema Argo, che è diventato l’oggetto dell’intesa firmata a marzo del 2018 fra il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Miur), il Ministero dello Sviluppo economico (Mise) e la Regione Friuli Venezia Giulia.

Il sistema Argo, basato sull’innovazione di prodotto e processo, è in grado di aumentare la produttività economica e generare nuovi posti di lavoro, attraverso l’interazione tra ricerca e industria.

Scopri il sistema Argo


Innovazione a livello internazionale

Le metodologie
Area Science Park è impegnata a sviluppare il Sistema dell’Innovazione Aperta della macro-regione Adriatico-Ionica, grazie ad una collaborazione integrata dei portatori di interesse locali appartenenti al mondo delle imprese, della ricerca, del sistema pubblico e della finanza. (scopri)

Inoltre il Ministero dell’Economia della Repubblica di Croazia ha affidato ad Area Science Parl il compito di creare il sistema dell’innovazione nazionale. (continua)

Le collaborazioni
Le collaborazioni internazionali di Area Science Park riguardano due ambiti: europeo  e macroregionale.

La partecipazione ai programmi comunitari per la ricerca e l’innovazione (Horizon 2020) e la cooperazione territoriale (Interreg, MED, Adrion) rappresentano una delle attività principali dell’Ente, finalizzata ad acquisire competenze, sviluppare strumenti e metodologie e rispondere alle esigenze di innovazione degli stakeholder pubblici che privati.

Il ruolo di AREA Science Park nei progetti internazionali è spesso quello di proponente e coordinatore,  una posizione che ha permesso di costruire una fitta rete di collaborazioni a livello europeo. Questa rete di collaborazioni a diverso livello permette di monitorare l’evoluzione di politiche europee, settori di ricerca e mercati gettando le basi per ulteriori progetti di innovazione. A titolo di esempio si ricorda che il coordinamento di progetti sul tema della mobilità sostenibile permette all’Ente di partecipare al Gruppo di Coordinamento sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile promosso e coordinato dalla DG Move della Commissione Europea.

La maggior parte dei progetti europei rientrano nella line di ricerca scelta dall’Ente (Public Sector Innovation) fornendo casi concreti di studio e di applicazione.

Fra le principali collaborazioni, si cita il Memorandum of Understanding con la Central European Initiative (CEI) e le partnership con il Ministero dell’Economia della Croazia, il Ministero della Scienza del Montenegro,  il Ministero della Scienza e dello Sviluppo Tecnologico della Serbia, il Ministero dell’Economia dell’Albania. A supporto dell’attivazione di tali rapporti è stata fondamentale la collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e la rete delle Ambasciate presenti nei succitati paesi.

Maggiori dettagli


Innovazione a livello territoriale in Italia

Area Science Park collabora a livello nazionale con  altri enti di ricerca, le università e le istituzioni. Sia nell’ambito delle attività ordinarie, sia all’interno di specifici accordi bilaterali e progetti specifici.
Sono oltre 60 i rapporti formali di collaborazione con soggetti pubblici e privati a livello nazionale.

In questo contesto, ha implementato la propria metodologia di innovazione territoriale in 2 territori regionali: Basilicata e Calabria (scopri di più).


Esperienza in Friuli Venezia Giulia

  • Coordinamento del Sistema Scientifico e dell’Innovazione regionale (SiS FVG) grazie a un accordo fra il Ministero Affari Esteri MAECI la Regione Friuli Venezia Giualia
  • Supporto all’attuazione della  Strategia di Specializzazione Intelligente regionale partecipando ai tavoli di lavoro, ai cluster nazionali (TAV), al rafforzamento della collaborazione tra il mondo della ricerca nazionale e il sistema delle imprese
  • incentivo all’innovazione nel territorio e attrazione investimenti a livello internazionale (ad esempio (scopri)
  • Sinergia per attività di internazionalizzazione (attuazione di iniziative regionali nell’ambito della cooperazione scientifica sia con i Paesi dell’area Balcanica che con altri Paesi rientranti nelle priorità regionali quali gli Stati Uniti, il Giappone e l’Iran)