Innovazione a livello internazionale

Le metodologie

Area Science Park è impegnata a sviluppare il Sistema dell’Innovazione Aperta della macro-regione Adriatico-Ionica, grazie ad una collaborazione integrata dei portatori di interesse locali appartenenti al mondo delle imprese, della ricerca, del sistema pubblico e della finanza. (scopri)
Inoltre il Ministero dell’Economia della Repubblica di Croazia ha affidato ad Area Science Parl il compito di creare il sistema dell’innovazione nazionale. (continua)

Le collaborazioni

Le collaborazioni internazionali di Area Science Park riguardano due ambiti: europeo  e macroregionale.
La partecipazione ai programmi comunitari per la ricerca e l’innovazione (Horizon 2020) e la cooperazione territoriale (Interreg, MED, Adrion) rappresentano una delle attività principali dell’Ente, finalizzata ad acquisire competenze, sviluppare strumenti e metodologie e rispondere alle esigenze di innovazione degli stakeholder pubblici che privati.

Il ruolo di AREA Science Park nei progetti internazionali è spesso quello di proponente e coordinatore,  una posizione che ha permesso di costruire una fitta rete di collaborazioni a livello europeo. Tra le collaborazioni più consolidate ricordiamo a titolo di esempio quelle instaurate con l’Istituto Josef Stefan (Slovenia), il CIRCE (Spagna), l’Università di Fiume (Croazia), la Venice International University – IUAV (Italia), il Bay Zoltan (Ungheria) e il CERTH (Grecia). Oltre a ciò, è stata intessuta una fitta rete di collaborazione con agenzie per l’energia (quali quella del Quarnero in Croazia, Pazardjik in Bulgaria, Alba Iulia in Romania, ecc.), autorità locali e diversi livelli (Istria in Croazia, provincia di Huelva in Spagna, Land della Carinzia in Austria, ecc.) camere di commercio e agenzie di sviluppo (Aragona in Spagna, Zadar Nova in Croazi,a ecc.) e centri di ricerca e società di consulenza private (p.es. Stenum in Austria).

Questa rete di collaborazioni a diverso livello permette di monitorare l’evoluzione di politiche europee, settori di ricerca e mercati gettando le basi per ulteriori progetti di innovazione. A titolo di esempio si ricorda che il coordinamento di progetti sul tema della mobilità sostenibile permette all’Ente di partecipare al Gruppo di Coordinamento sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile promosso e coordinato dalla DG Move della Commissione Europea.

La maggior parte dei progetti europei rientrano nella line di ricerca scelta dall’Ente (Public Sector Innovation) fornendo casi concreti di studio e di applicazione.

A partire dal 2014, Area Science Park ha avviato un processo di avvicinamento all’Area Balcanica nell’ottica di sviluppo di un ecosistema dell’innovazione macro-regionale che si sviluppa sulla direttrice Adriatico-Ionica e Danubiana congruamente alla contiguità, sull’area di Trieste, di tre macro-strategie (EUSAIR, EUSDR, EUSALP).  In questo percorso è stata avviata una collaborazione costante con la DG JRC (Joint Research Center) della Commissione Europea, che svolge un ruolo fondamentale nel supporto scientifico alla macro-strategia Danubiana e coordina le attività di Trasferimento Tecnologico nei Balcani Occidentali nell’ambito del processo di pre-adesione all’UE. Tale collaborazione, iniziata con l’organizzazione di una summer school (Macro-Regional Innovation Week) di successo nel 2016, prosegue attualmente con la sottoscrizione di un accordo di collaborazione con la DG JRC avente come obiettivo sia il proseguimento delle attività di assistenza tecnica per il miglioramento delle attività di trasferimento tecnologico e sviluppo di imprese innovative nei Balcani Occidentali sia lo scambio di conoscenza e sviluppo di applicativi informatici di analisi e previsione in diversi settori (tecnologici, demografici, etc.).

Per quanto attiene ancora il livello di cooperazione con organismi internazionali, si cita la stipula di un Memorandum of Understanding con la Central European Initiative (CEI), con l’obiettivo di avviare una partnership finalizzata a sviluppare congiuntamente programmi di assistenza tecnica ai paesi dell’area CEI per la creazione dei sistemi di innovazione e la progettazione dei poli tecnologici nazionali, lo sviluppo di un programma congiunto per l’assegnazione e il co-finanziamento di borse di studio e lo sviluppo di attività di progettazione congiunta a valere su diversi strumenti comunitari.

Contestualmente al processo di avvio dell’assistenza tecnica nei Balcani Occidentali, sono stati avviati rapporti di collaborazione con il Ministero dell’Economia della Croazia, il Ministero della Scienza del Montenegro,  il Ministero della Scienza e dello Sviluppo Tecnologico della Serbia, il Ministero dell’Economia dell’Albania. A supporto dell’attivazione di tali rapporti è stata fondamentale la collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e la rete delle Ambasciate presenti nei succitati paesi. In particolare è in corso un processo di accreditamento di Area Science Park presso il MAECI quale punto di riferimento strutturale a lungo termine del Ministero stesso per la cooperazione bilaterale e multilaterale nel settore del trasferimento tecnologico e valorizzazione della ricerca (congiuntamente, per i Paesi membri della CEI, Area Science Park singolarmente, per i Paesi non di competenza CEI).