La prima missione “Made In Italy. The art of technology” a Las Vegas con TILT

02/11/2017 - Supporto alle Startup

Una delegazione italiana pubblico-privata coordinata da TILT, il primo Digital Hub in Italia, parteciperà al Consumer Electronics Show 2018 di Las Vegas per presentare start up tecnologiche in una delle maggiori vetrine mondiali.

TILT (Teorema Incubation Lab Trieste) è un hub che sviluppa start up nell’Information Technology, ideato da Teorema Engineering e realizzato in partnership con AREA Science Park, ente nazionale di ricerca che opera sotto il controllo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e attivo da quasi quarant’anni nel mondo dell’innovazione a sostegno delle imprese, con l’Università degli Studi di Trieste e Microsoft Italia e il contributo del Comune di Trieste.

La missione a Las Vegas nasce dalla consapevolezza dei fondatori di TILT, in particolare dal presidente di Teorema Engineering, Michele Balbi, e da AREA Science Park, della mancanza di un’ “Area Italia” al Consumer Electronics Show e ha subito trovato sostegno da parte di Associazioni e imprenditori.

Il comitato promotore è composto da TILT, UniCredit StartLab, Italia Startup (l’Associazione che raggruppa primari incubatori italiani, acceleratori e start up), e-Novia e Industrio con la collaborazione di APSTI – Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici Italiani, con il supporto della CRUI – Conferenza dei Rettori delle Università italiane, e la segreteria organizzativa curata dal World Trade Center Trieste.

La missione ha il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e vede la collaborazione dell’Istituto del Commercio Estero (ICE), che ha avviato le procedure per una missione ufficiale italiana. L’obiettivo è concorrere a una missione ufficiale con ICE che prevede una prima selezione di 10 start up e una successiva di altre 50, che desiderano affacciarsi ai mercati e ai finanziatori statunitensi e mondiali.

La selezione sarà estremamente accurata grazie alla presenza di esponenti di rilievo del mondo della ricerca e dell’innovazione. Tra questi il Professor Maurizio Fermeglia, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Trieste, e il Direttore Generale di AREA Science Park, Stefano Casaleggi, che, con la sua partecipazione, garantirà il supporto delle più importanti aree di ricerca e innovazione nazionali. Grazie al lavoro svolto sul territorio, in quasi quarant’anni di attività, AREA Science Park può contare su una profonda conoscenza delle dinamiche di sviluppo di nuove aziende e un notevole patrimonio di start up, elementi che hanno contribuito al consolidamento di TILT.

Per offrire alla missione italiana l’adeguato successo, è stata avviata, inoltre, la ricerca di sponsor che vogliano partecipare contribuendo sia con investimenti sia alla selezione delle start up. Chi fosse interessato a dare supporto economico e promuovere la prima missione italiana ufficiale a CES può contattare gli organizzatori utilizzando la mail: tilt@teorema.net

Criteri e procedure di valutazione

Le start up, oltre a inviare la propria candidatura, dovranno postare un video in inglese, della durata di cinque minuti, con un pitch sulla propria realtà e i prodotti proposti. I candidati saranno scelti tra due tipologie di aziende

  • Start up pre-lancio, realtà che intendono lanciare da gennaio un nuovo prodotto
  • Start up avviata, aziende con un prodotto avviato sul mercato, che generano un fatturato e hanno eventualmente raccolto finanziamenti da investitori

Saranno privilegiate le start up che dimostreranno che il loro prodotto/servizio impatta su una delle sei seguenti filiere: Mobility – Smart Transportation, Automotive – Industry 4.0 – BioTech / MedTech – FashionTech – AgroTech / FoodTech

Il comitato si impegnerà a cercare in questi ambiti sia gli sponsor sia le start up poiché vuole presentare la creatività italiana e la capacità di affrontare mercati globali in settori di eccellenza, inclusi quelli di avanguardia, innovazione e tecnologia.

A Las Vegas sarà creato un “village italiano” come area espositiva, affiancato da eventi come una serata specificamente dedicata agli investitori e una conferenza di presentazione della creatività tecnologica italiana nel mondo.

Michele Balbi, Presidente di Teorema afferma “Questo è solo uno dei passi che riteniamo indispensabili per dare rinnovata competitività alle nostre aziende, congiuntamente all’inserimento di competenze tecnologiche, e digitali in particolare, che non può più attendere. Estendere i prodotti tradizionali con componenti digitali, integrare nei processi produttivi nuove modalità operative agevolate dalle nuove tecnologie, aiutare le aziende a raggiungere nuovi clienti grazie al web e allo sfruttamento dei nuovi device, fare patrimonio dei dati raccolti (o raccoglibili) grazie ad IOT e alla loro interpretazione sono componenti irrinunciabili per il successo delle nostre imprese e per continuare ad avere una presenza significativa a livello nazionale e internazionale. Questo è il “sogno” che coltiviamo e che perseguiamo con passione e con tutte le nostre energie”. “Ci auguriamo che questa prima missione italiana, frutto della collaborazione virtuosa tra Pubblico e Privato, possa essere il primo passo per dare alla nostra nazione nel suo complesso un ruolo chiave nel mercato delle nuove tecnologie, sempre più importante per la creazione di valore e posti di lavoro”.

“Il CES è una grande opportunità per giovani e promettenti startupper di presentarsi sul mercato internazionale e trovare investitori disposti a finanziare idee innovative e nuove tecnologie” commenta Stefano Casaleggi, Direttore di AREA Science Park. “La vera sfida, per noi, è essere presenti a Las Vegas come sistema, un’unica delegazione Italiana frutto di una partnership pubblico-privata, che ha un obiettivo comune. Quando riesce a fare questo il nostro Paese può ottenere risultati concreti, essere competitivo e valorizzare le numerose risorse che ha”.

“Il World Trade Center Trieste fornisce il supporto ai partecipanti attraverso la segreteria organizzativa”, afferma il Presidente Enrico Samer, “in quanto appartiene al Network mondiale della World Trade Centers Association con sede a New York, la più vasta associazione fondata nel 1970 che sostiene lo sviluppo del commercio delle imprese a livello internazionale, e perciò ha in essere una collaborazione consolidata con il World Trade Center Las Vegas, che è di proprietà del Las Vegas Convention Center, soggetto organizzatore e ospitante il CES 2018.”

“La nostra Associazione partecipa con entusiasmo alla delegazione italiana delle imprese innovative al CES 2018 – commenta Federico Barilli, Segretario Generale di Italia Startup – siamo infatti convinti di portare il meglio della tecnologia Made in Italy nel contesto di una delle principali manifestazioni mondiali dedicata all’automazione, alla robotica, all’IOT e di competere con i paesi più evoluti, sia nel campo dell’innovazione di prodotto che di processo. Le giovani imprese innovative italiane ad alto potenziale di crescita, nell’ambito dell’hardware e della manifattura intelligente, supportano già con successo l’industria italiana, quinta potenza mondiale nella produzione manifatturiera e vogliono giocare una partita importante anche nel contesto internazionale”.

“In soli due anni e-Novia è diventata una delle protagoniste più vitali ed intraprendenti dell’hi-tech made in Italy – commenta Vincenzo Russi, Ceo di e-Novia – Essere, perciò, tra i promotori della delegazione italiana al CES 2018, assieme ad un gruppo qualificato di aziende e associazioni del panorama nazionale, è per noi motivo di grande orgoglio. L’appuntamento di Las Vegas, affiancati alle principali realtà internazionali, rappresenta un’occasione indispensabile di confronto e di stimolo nel processo di internazionalizzazione e, quindi, per e-Novia una riprova del suo valore attraverso la presenza in Silicon Valley e, più recentemente, in Giappone”.

“Crediamo che il talento e la capacità italiana di fare “startup concrete” si possano presentare all’altezza al prossimo CES 2018 e l’organizzazione della prima delegazione italiana dimostra tutta la voglia delle nostre startup e imprese di raccontarsi al mondo. Il fare sistema collegando i vari soggetti dell’innovazione (pubblica e privata) in Italia è la modalità più efficace per presentare le potenzialità del nostro sistema manifatturiero”, commenta Jari Ognibeni, Co-fondatore e Board Member di Industrio Ventures. “Con questo approccio Industrio Ventures, in collaborazione con la ProM Facility del Polo della Meccatronica di Rovereto, ha contribuito insieme a tutti i partner e istituzioni all’organizzazione di quella che deve essere la celebrazione del saper fare italiano”.

“Farsi promotori della partecipazione di imprese italiane ad una delle più prestigiose manifestazioni a livello mondiale nel settore dell’IoT e della robotica colloca ancora una volta la nostra associazione, i parchi scientifici e tecnologici che ne fanno parte e le start up che gravitano intorno ad essi al centro del nuovo sistema dell’innovazione” – commenta il Presidente di APSTI Gianluca Carenzo – “confermando il ruolo di APSTI quale uno dei principali attori del panorama italiano in tema di sviluppo e trasferimento tecnologico. Saper cogliere occasioni come questa significa favorire e promuovere la partecipazione di realtà imprenditoriali innovative all’interno di contesti di respiro internazionale, dove l’innovazione diventa davvero protagonista, offrendo alle delegazioni partecipanti opportunità uniche per lo scambio di conoscenze e know how, nonché per l’attivazione di importanti contatti, collaborazioni e partnership di rilievo internazionale”.

“Partecipare con UniCredit Start Lab alla delegazione italiana incaricata di selezionare le migliori start up e dare loro l’occasione di mettersi in mostra al prestigioso CES di Las Vegas – ha ricordato Giovanni Ronca, Co-Responsabile di UniCredit per l’Italia – è per la nostra banca motivo di grande orgoglio. L’adesione a questa iniziativa conferma la nostra costante attenzione al mondo dell’innovazione, a supporto del business nostro e dei nostri clienti. Sin dalla sua nascita, UniCredit Start Lab mira a individuare e supportare le eccellenze italiane nel mondo dell’innovazione. Grazie alla cooperazione con oltre 200 partner e a numerosi road show in tutta Italia, abbiamo in questi anni valutato oltre 3.400 business plan e messo a disposizione di oltre 190 startup e giovani imprenditori iniziative mirate di mentoring, formazione e sviluppo del network con aziende e investitori. La partecipazione al CES arricchirà ulteriormente la rete di opportunità per i partecipanti all’iniziativa della banca.”