[8 marzo 2016] Donne e scienza

08/03/2016 - I Nostri Campus - Progetti e attività
Un applauso al lavoro quotidiano delle 963 ricercatrici del nostro Parco

Dall’ultima indagine “La Mobilità della Conoscenza” è emerso che in Friuli Venezia Giulia le donne sono il 55%  degli studenti universitari e il 33% dell’organico di ricercatori e docenti presenti nelle istituzioni scientifiche.

In AREA Science Park la percentuale è ancora più alta di quella regionale. Dei 2556 addetti che lavorano nel parco il 37,3% sono donne (ossia 953). Su Molecole, il blog realizzato in collaborazione con “Il Piccolo”, la storia di alcune di loro.

 

Mirjana

Le due facce della ricerca

Mirjana Nedeljkovic – Serbia
Il filo che lega la ricerca di base e quella applicata è un elemento chiave di quasi tutti i progressi tecnologici che impattano sulla nostra vita quotidiana e sulla nostra salute. Lo sa bene Mirjana Nedeljkovic, 33 anni, un dottorato in biologia molecolare, da meno di un anno è responsabile del laboratorio di R&S di Alphagenics Biotech S.r.l, società che sviluppa innovativi kit diagnostici.

> Leggi la stua storia

 

 

 

natalia

Un’emigrante di ritorno

Natalia Rosso – Argentina
“A Trieste mi sento a casa. È il posto in cui mi piace tornare dopo aver trascorso un periodo in giro per lavoro”. Da giovane studentessa di PhD Natalia Rosso ha avuto l’opportunità professionale di diventare group leader di un team che indaga la relazione tra il fegato grasso e le malattie epatiche metaboliche. Lavora alla Fondazione Italiana Fegato.

> Leggi la sua storia

 

 

 

 

 pinarDa Ankara per studiare i segreti del rating

Pinar Dilek – Turchia
“Quando ho lasciato la Turchia l’ho fatto con l’idea di lavorare in un ambiente internazionale. In modeFinance ho trovato un’energia particolare, i due soci, che in quel momento erano gli unici a lavorare in azienda, avevano l’ambizione di crescere e oggi sono felice di poter affermare che sono stati in grado di farlo davvero”.

> Leggi la sua storia

 

 

 

 

 

bruna

La startupper rock

Bruna Marini – Italia
Neo mamma di una bambina, compagna amata, prima autrice di una ricerca sull’HIV pubblicata sulla prestigiosa rivista Nature e promettente startupper. Niente male, dato che Bruna, nata a Bolzano da genitori napoletani e triestina di adozione dall’infanzia, di anni ne ha appena compiuti trenta. Amante della musica, ha avviato la startup Ulisse Biomed.

> Leggi la sua storia