Uguaglianza di genere in Area Science Park, pubblicato il Piano per ridurre il gap tra uomini e donne
L’impegno dell’Ente per i prossimi anni: trasformare le singole iniziative in un'azione di sistema, in linea con gli obiettivi europei per un'Unione dell’uguaglianza
Uguaglianza di genere in Area Science Park, pubblicato il Piano per ridurre il gap tra uomini e donne

La Commissione Europea negli ultimi decenni ha dato un grande impulso al tema della parità di genere, grazie a numerosi interventi finalizzati a favorire la riduzione del gap tra uomini e donne nel mondo del lavoro. Tra le tendenze incoraggianti ci sono il maggior numero di donne nel mercato del lavoro e i progressi nell’acquisizione di una migliore istruzione e formazione.

Ciò nonostante, nessuno Stato membro ha finora raggiunto la piena parità di genere: i progressi vanno a rilento e i divari di genere persistono a livello di retribuzioni, assistenza e pensioni, nelle posizioni dirigenziali e nella partecipazione alla vita politica e istituzionale.

Sotto la Presidenza di Ursula Von der Leyen, la Commissione Europea si è posta l’obiettivo di compiere progressi concreti e significativi entro il 2025, in linea con l’impegno di realizzare un’Unione dell’uguaglianza. Tra le diverse politiche messe in atto, c’è quella di richiedere alle istituzioni che vogliono accedere ai fondi del Programma di Ricerca Horizon Europe di dotarsi obbligatoriamente di un Piano di Uguaglianza di Genere (Gender Equality Plan- GEP) a cominciare dall’anno 2022.

La parità di genere in Area Science Park

Area Science Park è già da alcuni anni impegnata nella promozione della parità di genere e in azioni di conciliazione, attraverso diverse iniziative, recependo con convinzione norme e disposizioni nazionali e sovranazionali:

  • nel 2011 ha istituito il CUG (Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni), un luogo di attenzione e di partecipazione tra i dipendenti e l’Amministrazione alla quale negli anni non ha mancato di fornire suggerimenti e proposte.
  • nel 2017 Area Science Park è stato tra i primi enti di ricerca in Italia ad introdurre la sperimentazione dello smart working con l’attivazione di progetti pilota diventati strutturali a partire dal 2022;
  • nel periodo della pandemia ha avviato una serie di azioni volte a migliorare il benessere dei dipendenti e la capacità di conciliare vita lavorativa e familiare.

Tra le azioni volte alle pari opportunità si possono ancora ricordare l’istituzione dell’Asilo nido aziendale, l’attenzione a svolgere la formazione interna in orario che permetta al personale in part-time di svolgerlo nelle ore di lavoro e la creazione di gruppi di lavoro trasversali dedicati alla promozione del benessere organizzativo.

Nonostante ciò, ancora molto resta da fare con la consapevolezza che sia necessario passare dalle singole azioni ad un piano complessivo ed integrato, capace di incidere nei processi decisionali e nell’efficacia delle performance complessive.

In questa direzione, la redazione del GEP (Gender Equality Plan) è un’occasione per riflettere e analizzare il fenomeno, anche attraverso una ricognizione delle azioni avviate in altri enti nazionali e internazionali (Enti Pubblici di Ricerca e Università), ma soprattutto può rappresentare un momento di svolta per dare valore a quanto realizzato finora ed assumere un nuovo punto di vista condiviso.

Il Piano per l’Uguaglianza di genere (GEP) di Area Science Park

In linea con quanto richiesto dalla Commissione Europea, Area Science Park ha istituito nel 2021, un gruppo di lavoro caratterizzato da competenze diverse e multidisciplinari per redigere il Piano. È un documento programmatico che si propone di valorizzare la piena partecipazione di tutte le persone alla vita dell’Ente, favorendo la cultura del rispetto, il contrasto alle discriminazioni di genere e la promozione dell’effettiva uguaglianza di genere attraverso azioni coerenti e perseguite nel tempo, in particolare nel triennio 2022-2024.

Il Piano è stato elaborato sulla base delle specifiche caratteristiche di Area Science Park e delle sue finalità istituzionali, del proprio assetto organizzativo e della propria cultura valoriale.

La struttura del Piano, composto da schede sintetiche organizzate per obiettivi relativi alle cinque Aree Tematiche (AT) indicate dalla Commissione Europea, rende il documento facilmente aggiornabile e con obiettivi verificabili.

Le cinque Aree Tematiche del GEP

Le aree di analisi del Piano di Area Science Park sono state individuate in coerenza con quanto indicato dalla Commissione Europea:

  • Equilibrio vita privata/vita lavorativa e cultura dell’organizzazione – AT1
  • Equilibrio di genere nelle posizioni di vertice e negli organi decisionali – AT2
  • Uguaglianza di genere nel reclutamento e nelle progressioni di carriera – AT3
  • Violenza di genere e divulgazione sui temi delle pari opportunità – AT4
  • Integrazione della dimensione di genere nell’attività di ricerca, innovazione e divulgazione della cultura scientifica – AT5

Per ciascuna delle Aree tematiche sono stati individuati gli obiettivi, le attività, gli strumenti per realizzarle, i referenti, i target, il cronoprogramma e gli indicatori di risultato.

Le tabelle e i dati descritti nel Piano, aggiornati al 31/12/2021, fotografano la situazione di partenza dell’ente fino all’approvazione del documento e costituiscono una prima base di riferimento per monitorare l’impatto ed il successo delle azioni previste.

 

Scarica il Piano di Uguaglianza di Genere di Area Science Park

CONTATTACI

Cerchi opportunità professionali? Scopri la sezione con le selezioni per assegni e borse di ricerca, bandi di concorso e altre offerte di lavoro

  • Favoriamo la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo economico
  • Miglioriamo la competitività delle aziende
  • Trasformiamo le idee in risultati economici
  • Valorizziamo i risultati della ricerca

se clicchi INVIA aderisci alla policy privacy