27/06/2019
Il principe Alberto II di Monaco in visita in Area Science Park
Nel corso dell’incontro il presidente Sergio Paoletti ha illustrato “The Trieste Declaration of Human Duties”, il codice di etica e di responsabilità condivise promosso da Rita Levi Montalcini. La “Carta dei doveri” sarà uno dei manifesti di ESOF 2020.
Servizi per l'Innovazione
Il principe Alberto II di Monaco in visita in Area Science Park

Il principe di Monaco Albert Alexandre Louis Pierre Grimaldi, a Trieste per inaugurare la targa che celebra la via Alpina che collega a piedi Trieste a Monaco, ha visitato oggi Area Science Park. Particolarmente interessato al mondo della ricerca e dell’innovazione, il Principe ha dedicato una parte del suo soggiorno nel capoluogo giuliano per conoscere alcune delle realtà attive sul territorio.

Ad accoglierlo in Area Science Park il presidente Sergio Paoletti e il direttore generale Stefano Casaleggi, che hanno raccontato le principali linee attività dell’ente con focus su Argo, il nuovo sistema industriale, nato da un’intesa fra il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (Miur), il Ministero dello Sviluppo economico (Mise), che vuole aumentare la produttività economica del territorio.

Su richiesta del principe di Monaco una parte dell’incontro è stata dedicata a progetti legati all’economica circolare e alla sostenibilità ambientale. A illustrarli Stephen Taylor, direttore del Servizio Innovazione e Sistemi Complessi, che ha portato esempi concreti di realtà che operano in questi settori, come Shoreline, azienda che si occupa di servizi e tecnologie per la gestione, la tutela e lo sfruttamento dell’ambiente marino, Idrostudi, società di ingegneria che svolge attività di ricerca e sviluppo per la gestione della risorsa idrica e la protezione idraulica del territorio; Java Biocolloid Europe (Italy), filiale dell’Indonesiana Java Biocolloid, società leader nella produzione di agar-agar, polisaccaride ottenuto da alcuni tipi di alghe rosse usato nelle applicazioni alimentari, farmaceutiche e nelle industrie microbiologiche.

Nella parte conclusiva dell’incontro il presidente Sergio Paoletti ha presentato The Trieste Declaration of Human Duties, la “Carta dei doveri”, un codice di etica e di responsabilità condivise che contiene 12 punti riguardanti la salvaguardia della dignità umana, la protezione dell’ambiente e delle generazioni future e il mantenimento della pace fra i popoli.

Nata da un’idea del professor Roger Sperry fatta propria dal Premio Nobel Rita Levi Montalcini e da lei proposta presso l’Università di Trieste nel 1991 in occasione della cerimonia della consegna della Laurea honoris causa allora conferitale, la carta fu promulgata alcuni anni dopo dall’ICHD (International Council of Human Duties) e dall’Università di Trieste, sottoscritta da molte decine di insigni accademici fra cui 15 premi Nobel.

The Trieste Declaration of Human Duties sarà uno dei manifesti di Esof 2020.

CONTATTACI

  • Favoriamo la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo economico
  • Miglioriamo la competitività delle aziende
  • Trasformiamo le idee in risultati economici
  • Valorizziamo i risultati della ricerca

CONTATTACI VIA MAIL O COMPILANDO IL FORM

se clicchi INVIA aderisci alla policy privacy