29/11/2018
Un innovativo nano satellite stampato in 3D andrà sull’ISS
Il team triestino RISE si aggiudica la ICE-Cubes challenge dell’Agenzia Spaziale Europea
I Nostri Campus - Telecomunicazioni
Un innovativo nano satellite stampato in 3D andrà sull’ISS

Piccoli satelliti prodotti con l’ausilio di stampati in 3D, modulari e in materiale plastico, che integrano la parte elettrica all’interno della struttura, rendendo il tutto molto più robusto, economico e facile da produrre rispetto ad analoghi satelliti realizzati in alluminio. E’ l’idea vincente con la quale RISE (Resilient Integrated Structural Element), gruppo di ricerca dell’Università di Trieste e della start-up innovativa PICOSATS attiva nell’Area Science Park, si è aggiudicato la ICE-Cubes challenge della competizione “Space Exploration Masters” indetta dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA).

Il team ha così “staccato il ticket” per spedire sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) un prototipo del prodotto, congiuntamente a 4 mesi di “operations”, cioè il supporto per il test e la sperimentazione a bordo della ISS, nell’European Columbus Laboratory, servizi forniti da ICE-Cubes experiment facility. La sponsorizzazione del premio dal valore  di 50.000€ è  della Società Space Applications Services.

Alla competizione hanno preso parte 132 team da 42 nazioni. RISE si era imposto all’attenzione dell’ESA durante l’evento “Space for Inspiration 2018” a Bilbao dello scorso ottobre, a cui hanno partecipato istituti e grandi industrie del settore aerospaziale europeo, tra cui ESA, ASI, Airbus, OHB, ArianeGroup, Thales Alenia Space.

CONTATTACI

  • Favoriamo la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo economico
  • Miglioriamo la competitività delle aziende
  • Trasformiamo le idee in risultati economici
  • Valorizziamo i risultati della ricerca

CONTATTACI VIA MAIL O COMPILANDO IL FORM

se clicchi INVIA aderisci alla policy privacy