Primo evento proESOF 2020: focus sulle professioni del futuro

23/05/2018 - Servizi per l'Innovazione - Digitale & ICT
Appuntamento oggi alla Stazione Marittima nell’ambito dell’International Users’ Meeting di ESTECO

 

Sarà  ESTECO – la software house triestina specializzata in soluzioni numeriche per ingegneri – ospitare il primo evento proESOF a Trieste. Si tratta della prima di un insieme di attività che segneranno il percorso di avvicinamento all’Euroscience Open Forum 2020 (ESOF 2020), l’evento che porterà a Trieste il prestigioso titolo di Capitale Europea della Scienza.

Il tema della tavola rotonda organizzata da ESTECO in collaborazione con proESOF, “Le professioni STEM del futuro”, è più che adatto per segnare l’inizio di questo importante percorso. L’incontro è incalendario oggi  23 maggio alle 14.30 presso la Stazione Marittima, nell’ambito dell’ottavo International Users’ Meeting di ESTECO (UM18), raduno internazionale degli utenti della tecnologia ESTECO provenienti da tutto il mondo.

La scienza ha avuto un impatto significativo sui più importanti sviluppi tecnologici degli ultimi anni e di conseguenza sul mondo in cui viviamo e lavoriamo. La tavola rotonda firmata proESOF vede la partecipazione di esperti locali ed internazionali e mira a focalizzarsi su alcune delle nuove vocazioni che stanno emergendo dalle sfide del XXI secolo negli ambiti STEM (scienza, tecnologia, ingegneria, matematica), analizzando anche la relativa risposta del mondo accademico.

“Siamo onorati di ospitare il primo evento proESOF. Il tema dell’evento fa parte del DNA di ESTECO, azienda nata da un progetto di ricerca in una Facoltà di Ingegneria –  spiega Enrico Nobile, Scientific Advisor di ESTECO -. Investiamo da sempre  nella formazione tecnico-scientifica, attraverso l’erogazione di borse di studio, contratti di alta formazione e un articolato programma Accademico rivolto a ricercatori, docenti e studenti universitari”.

“La sfida più importante di proESOF è quella di riuscire a mettere a sistema l’elevata potenzialità della rete scientifica e dell’innovazione della Regione Friuli Venezia Giulia, rendendo Trieste e il Nord-Est un hub efficiente per lo scambio di conoscenza, innovazione e tecnologia con i Paesi del Centro Est-Europa tracciando così il cammino verso ESOF2020 Trieste. Le future professioni STEM rappresentano un elemento indispensabile per questo processo e costituiscono pertanto un’ottima inaugurazione delle attività proESOF”, sottolinea Bruno della Vedova, Scientific Programme Manager ESOF2020 Trieste.

Oggi pomeriggio , da uno dei palchi dell’UM18 di ESTECO, Nobile e della Vedova daranno i saluti iniziali ai partecipanti. Prenderanno parte alla tavola rotonda la professoressa Ilaria Garofolo, direttrice del Dipartimento di Ingegneria e Architettura presso l’Università di Trieste, il professor Massimiliano Vasile dell’Università di Strathclyde, il professor Omar Hammami di ENSTA ParisTech, il professor Damir Vucina dell’Università di Spalato e Sergio Benedetti, manager risorse umane presso ESTECO.