Il team “The Silencers” è il vincitore di @AttractYoung, il primo hackathon nato per  promuovere sviluppo sociale grazie alle tecnologie

20/04/2018 - Servizi per l'Innovazione - Progetti e attività

 

 

Giovani, alcuni giovanissimi, di 15 diverse nazionalità, appassionati di tecnologia ma soprattutto con una grande sensibilità verso le problematiche sociali e ambientali da affrontare e risolvere con creatività e spirito innovativo. I partecipanti al  primo hackathon @AttractYoung hanno concluso la due giorni di lavoro intenso e collaborativo, in una competizione umanamente e intellettualmente coinvolgente che ha avuto al centro temi rilevanti come energie alternative, accesso all’istruzione e alla cultura, rilevamento delle mine antiuomo, inclusione sociale, salute, sicurezza alimentare, mobilità sostenibile, acqua, rifiuti e altro ancora.

Divisi in dieci gruppi nel centro congressi di Area Science Park, hanno sviluppato e perfezionato in ore di serrato confronto la propria ipotesi di progetto: “I migliori  – sottolinea Sergio Bertolucci, coordinatore del Comitato scientifico di Attract –  potranno essere finanziati attingendo a un fondo di 20 milioni di euro che l’Unione Europea, nell’ambito di Horizon 2020, ha messo a disposizione dell’intero programma Attract, di cui #AttractYoung è parte”.

Vincitore di questa prima edizione è stato il gruppo “The Silencers” che rispondeva alla sfida “Silence as a sound profit” e che sarà premiato con una visita di cinque giorni al CERN di Ginevra e all’ESRF di Grenoble.

I team sono stati valutati secondo criteri quali concretezza e innovatività della proposta, capacità di colpire l’uditorio, insieme anche alla capacità di aiutare gli altri team, di trasmettere positività e di manifestare apertura verso gli altri.

Queste in sintesi le idee in competizione:

1)            Malala, tema: accesso alla cultura, disinformazione e fake news. Soluzione: sviluppo di un algoritmo che possa aiutare a valutare la veridicità dell’informazione e il suo grado di accuratezza, fornendo anche una misura dell’affidabilità della sorgente.

2)            Smothies, tema: ambiente, sicurezza, cibo. Soluzione: progettazione di un ecosistema di economia circolare per la produzione di cibo ed il packaging biodegradabile da vegetali.

3)            CCD – Connecting Culture Delegates, tema: Integrazione culturale, bullismo. Soluzione: dispositivo che riesca a trasferire e mettere in comune le emozioni affinché chi bullizza comprenda come si sente il bullizzato.

4)            DDT – Disease detector and treatment, tema: cura del cancroSoluzione: sviluppare un detector per rivelare e curare il tumore ai polmoni che sia accessibile a tutti (anche i paesi del terzo mondo) perché a basso costo e di facile utilizzo.

5)            Sound check, tema: monitoraggio ambientale. Soluzione: detector da installare sui lampioni stradali per creare una mappa che mostra dove ci sono picchi di rumore in modo da intervenire per deviarli.

6)            Leaf the lite, tema: energie alternative. Soluzione: raccolta di energia elettrica da piante acquatiche viventi. Forma di energia totalmente sostenibile.

7)            The Silencers (VINCITORI), tema: energie alternative. Soluzione: sviluppo di pannelli che trasformano l’energia acustica in energia elettrica isolando dal rumore.

8)            Miners, tema: mine antiuomo. Soluzione: sviluppo di un sistema di rilevamento delle mine antiuomo sia in città che in zone rurali. Il sistema si basa su fiori geneticamente modificati, api addestrate e droni.

9)            Nova Mobilitas, tema: mobilità. Soluzione: modello che permette di connettere tra di loro tutti i sistemi di trasporto  privati e pubblici di una città per ottimizzare i flussi , ridurre i costi creando una base di dati su cui progettare smart cities.

10)         Hydra, tema: inquinamento acqua. Soluzione: sviluppo di un drone autonomo subacqueo capace di rilevare la concentrazione di 3 gruppi di antibiotici di uso comune: penicillina, sulfamidina, tetracicline che provocano inquinamento dell’acqua e causano moria di pesci.

#AttractYoung è stato organizzato da Area Science Park, Elettra Sincrotrone Trieste, INFN Trieste – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in collaborazione con l’iniziativa ATTRACT alla quale aderiscono alcune organizzazioni scientifiche leader in Europa: CERN (European Organization for Nuclear Research), l’European Southern Observatory (ESO), l’European Synchrotron Radiation Facility (ESRF) e l’European Molecular Biology Laboratory (EMBL). Hanno contribuito all’evento CAENels, Kyma e e Ideasquare del CERN.

#AttractYoung si inserisce tra le manifestazioni che celebrano Trieste Città Europea della Scienza 2020. Nel luglio dello scorso anno il capoluogo giuliano ha infatti ricevuto questo importante riconoscimento e, fin dal 2018, è previsto un programma di eventi e iniziative che culmineranno nel luglio del 2020 con l’organizzazione di ESOF – EuroScience Open Forum.