Parte TRAIN, progetto transfrontaliero di Biomedicina e Bioinformatica

26/09/2017 - I Nostri Campus - Diagnostica
Obiettivo: migliorare diagnosi e terapia di patologie come l’infarto del miocardio, ferite difficili e malattie neuro-infiammatorie

 

Presentato questa mattina nel quartier generale dell’ICGEB  “TRAIN” (high ThRoughput screening and big data Analysis for INnovation), progetto finanziato nell’ambito del Programma Interreg V-A Italia-Slovenia 2014-2020

Per la prima volta, le competenze italiane e slovene in Biomedicina e Bioinformatica saranno unite per migliorare la diagnosi e la terapia di diverse patologie come l’infarto del miocardio,  ferite difficili e malattie neuro-infiammatorie. Il risultato atteso è la realizzazione di una serie di kit e saggi pronti  all’uso che saranno messi a disposizione delle aziende biomedicali per creare nuovi prodotti biofarmaceutici.

“Puntiamo a creare creare modelli in provetta di malattie su cui testare  potenziali composti di interesse farmacologico – spiega Serena Zacchigna, responsabile del gruppo di Biologia cardiovascolare dell’Icgeb – così come verificare l’efficacia e la sicurezza di un determinati composti  nel definire bio marcatori utili nella diagnosi e nella prognosi di alcune malattie. Iniziaremo con un modello di infarto del miocardio per poi passare ad uno sulle ferite difficili, come sono ad esempio le lesioni cutanee   derivanti dal diabete, difficili da guarire. per cui ci sono poche opportunità terapeutiche.  Lavoreremo anche sulla cartilagine e studieremo nuovi antidolorifici”.

Beneficiari del progetto saranno i professionisti del settore clinico, gli studenti e i ricercatori, i pazienti e i sistemi  sanitari e le PMI. L’approccio transfrontaliero è fondamentale perché  con l’unione di competenze  complementari presenti a cavallo tra Italia e Slovenia è possibile ottenere un maggiore impatto scientifico, economico e  sociale. TRAIN intende potenziare le sinergie tra istituti di ricerca e imprese nel quadro della Strategia Europa 2020 per la Crescita  Intelligente e della Smart Specialization.  Il progetto prevede attività di ricerca interdisciplinare e  di divulgazione e trasferimento dei risultati della ricerca all’industria, inclusa un’azione pilota.

Partner del progetto:
• International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology (ICGEB), Lead Partner
• Istituto Jožef Stefan
• Parco tecnologico di Lubiana
• Experteam srl
• BioValley Investments S.P.A.
• Scuola post-universitaria dell’Istituto Jožef Stefan

Partner associati:
• Regione FVG – Direzione centrale salute, integrazione socio sanitaria, politiche sociali e famiglia
• Istituto nazionale per la salute pubblica della Slovenia