Aprilia ed ESTECO premiano la moto da corsa perfetta

28/07/2017 - I Nostri Campus - Digitale & ICT
E’ Michael Bambula dell’Università della Florida il primo classificato alla sfida ingegneristica internazionale ESTECO Academy Design Competition

Un motore monocilindrico a quattro tempi per una moto da competizione della categoria Moto3, capace di sviluppare 64.2 cavalli di potenza per 16.500 giri al minuto (RPM). E’ con questo progetto che Michael Bambula dell’Università della Florida (Stati Uniti) si è aggiudicato il Premio ESTECO Academy Design Competition, concorso internazionale organizzato da ESTECO in collaborazione con Aprilia Racing e Gamma Technologies.

Una sfida a colpi di simulazione ingegneristica e ottimizzazione multidisciplinare, che ha richiamato l’attenzione di oltre 500 studenti da una trentina di Paesi e portato alla selezione di progetti innovativi proposti da 12 università di Croazia, Repubblica Ceca, Italia, India, Germania, Malta, Spagna, Gran Bretagna, Stati Uniti.

Oltre allo studente della Florida, vincitore assoluto, che avrà l’opportunità di svolgere uno stage in Aprilia Racing, sono risultati secondi classificati a pari merito il team CTU Racing della Czech Technical University di Praga (Repubblica Ceca) e FESB Racing, composto da studenti dell’Università di Spalato (Croazia).

I team premiati hanno avuto l’opportunità di trascorrere una giornata nei laboratori di Aprilia Racing, a Noale (VE), dove nascono le Aprilia RS-GP che competono in MotoGP e dove sono state progettate e costruite le moto che hanno fruttato ad Aprilia 54 Titoli Mondiali. Inoltre, gli studenti vincitori hanno acquisito il diritto per un anno alla membership gratuita a ESTECO Academy e la possibilità di utilizzare il software di ottimizzazione multi-obiettivo modeFRONTIER, con il quale si sono cimentati per l’elaborazione dei progetti ingegneristici in gara.

“Questa esperienza si è rivelata un esercizio perfetto nella ricerca della soluzione a un problema reale del mondo dell’ingegneria, che gli specialisti del settore “Powertrain” affrontano quotidianamente – commenta il vincitore della gara Michael Bambula. Grazie a modeFRONTIER ho risparmiato letteralmente settimane intere di progettazione manuale, arrivando a una soluzione decisamente migliore e in linea con gli obiettivi prescritti. La competizione mi ha dato l’opportunità di espandere le mie conoscenze nell’ambito della simulazione del motore da gara e dell’ottimizzazione, applicandole a una situazione interessante e impegnativa”.

La sfida consisteva nella progettazione di un motore monocilindrico a 4 tempi mediante la simulazione ingegneristica e l’ottimizzazione multidisciplinare, con lo scopo di trovare la miglior resa in termini di performance del motore, rispettando i vincoli e partendo dalla configurazione di base fornita. La giuria, composta da tre esperti (ESTECO, Aprilia Racing, Gamma Technologies) ha tenuto in considerazione i progetti più creativi che consentono miglioramenti significativi in termini di performance, tenendo conto anche dei consumi e della sostenibilità.

“Siamo molto contenti della qualità dei progetti e della varietà delle idee proposte – sottolinea Enrico Nobile, consigliere scientifico di ESTECO. Sarà nostro onore continuare a sostenere i talenti dell’ingegneria del futuro nel loro viaggio verso il mondo professionale tramite il nostro programma ESTECO Academy”.