Trieste città della conoscenza: siglato il protocollo tra gli enti di ricerca del territorio

15/06/2017 - Servizi per l'Innovazione - Istituzionale
Obiettivo fare del capoluogo giuliano un polo di attrazione per il mondo della ricerca e innovazione

Una città che sia un polo di attrazione di rilievo nazionale e internazionale per il mondo della scienza e dell’innovazione. È su questo presupposto che si basa il protocollo d’intesa sottoscritto nel salotto azzurro del Comune di Trieste dall’assessore all’educazione e ricerca Angela Brandi assieme a 19 soggetti che sostengono questo percorso tra cui AREA Science Park, Camera di Commercio Venezia Giulia, Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico Onlus, Conservatorio di Musica “Giuseppe Tartini”, Consorzio per il centro di Biomedicina Molecolare, Elettra  Sincrotrone Trieste, Fondazione Internazionale Trieste per il Progresso e la Libertà delle Scienze, ICGEB Trieste (International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology), ICTP (The Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics), MIB School of Management, Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale – OGS, SISSA (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati),  Teatro Verdi, TWAS – The World Academy of Sciences e Università degli Studi di Trieste.

Tra gli obiettivi dell’accordo: la necessità di consolidare i rapporti di interazione reciproca, di tradurre i risultati della ricerca in opportunità di sviluppo per il territorio, di promuovere l’innovazione scaturita dal mondo della ricerca presso  in mondo imprenditoriale per favorire lo sviluppo economico, di condividere strategie e individuare azioni concrete per migliorare l’accoglienza di studenti  e ricercatori, di collaborare con le associazioni di categoria per offrire servizi innovativi alle imprese e ai cittadini di promuovere la divulgazione scientifica nel territorio, nonché il Sistema Trieste e le sue eccellenze a livello nazionale e internazionale.

I firmatari, inoltre, s’impegnano a implementare e attivare  rapporti di collaborazione per l’inserimento di giovani laureandi e laureati in tirocini formativi e di orientamento e a collaborare nel campo della formazione, dello sviluppo delle risorse umane, della qualificazione e specializzazione del personale dipendente degli enti medesimi.