Innovazione: sinergia con GAL Carso per lo sviluppo del territorio

30/06/2017 - Servizi per l'Innovazione - Progetti e attività
Lavoriamo a stretto contatto con il territorio per mettere in rete il mondo della scienza e dell’innovazione con quello del settore rurale.

Giunge allo show down il percorso di collaborazione tra AREA Science Park e il GAL Carso (Gruppo di Azione Locale) che da circa un anno lavorano a stretto contatto con il territorio per mettere in rete il mondo della scienza e dell’innovazione con quello del settore rurale.

È la prima volta che una Strategia di Sviluppo Locale viene costruita puntando su tecnologie e innovazione per aumentarne l’efficacia. ‎E la collaborazione tra AREA Science Park e GAL Carso nasce proprio per individuare le reali esigenze delle aziende che operano sul territorio del Carso, di Breg e di Muggia e trasformarle in azioni progettuali finanziate dal PSR (Programma Sviluppo Rurale), partendo dall’ascolto del territorio.

Il punto della situazione sulla Strategia di sviluppo locale approvata e sulla pubblicazione dei bandi sarà fatto oggi in AREA Science Park, nel corso di incontro in programma alle 17.00 presso il centro congressi di Padriciano, dove sono attesi imprenditori e soci del GAL Carso.

‎Sono già 156 le idee censite, che sono state inglobate in 17 misure descritte dalla SSL e inserite nelle tre priorità decretate dalla Regione: sviluppo innovazione, turismo sostenibile e inclusione sociale.  La Strategia di Sviluppo locale finanzierà progetti per un totale di 3.300.000 euro. A partire dalle misure della SSL saranno pubblicati entro l’anno i bandi aperti alle aziende interessate.

Una raccolta di preadesione ai bandi legati alla Strategia di Sviluppo Locale (SSL), attraverso il form online è disponibile sul sito www.galcarso.eu.

“‎Siamo molto soddisfatti del lavoro sinora realizzato, abbiamo lavorato in modo sinergico mettendo in rete le nostre competenze –  dichiarano Stefano Casaleggi, direttore di AREA Science Park e David Pizziga, presidente del GAL Carso -. Siamo fiduciosi che il lavoro svolto possa accrescere la produttività del territorio. C’è una misura che ci rende particolarmente fiduciosi ed è quella che punta a rimettere in produzione almeno 16 ettari di particelle abbandonate. Questa misura, che farà arrivare alle aziende 420.000 euro di fondi pubblici, è il migliore esempio di tutta una Strategia che punta a rendere il Carso un modello di sostenibilità e innovazione”.