FameLab: la scienza sul palcoscenico di Trieste

21/02/2017 - I Nostri Campus
Appuntamento mercoledì 22 febbraio con la competizione tra ricercatori con la passione per la divulgazione

La scienza dà spettacolo: mercoledì 22 febbraio alle ore 9.00 al Teatro Miela torna a far tappa a Trieste la selezione locale di FameLab, la competizione che sfida i giovani ricercatori con il talento per la comunicazione a raccontare in pochi minuti il proprio oggetto di studi o un argomento scientifico che li appassiona.

Ideato nel 2005 da Cheltenham Festival, l’evento si tiene in oltre 25 differenti paesi. È approdato in Italia grazie a Psiquadro-Perugia Science Fest e alla collaborazione con British Council Italia.  Prevede una prima fase di selezioni locali che quest’anno si svolgono in dieci città italiane tra cui  Trieste, dove la gara è organizzata da Science Centre Immaginario Scientifico, AREA Science Park, Comune di Trieste, SISSA-Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, Università degli Studi di Trieste e Università degli Studi di Udine.

Quest’anno a salire sul palco ci saranno ben 22 candidati, tutti fra 20 e 40 anni, studenti o ricercatori presso diversi enti scientifici. Quattro del sistema AREA Science Park (ICGEB-International Centre for Genetic Engineering and Biotchnology, Elettra Sincrotrone Trieste e Idrostudi).

Presentati dai Pupkin Kabarett, i giovani comunicatori della scienza avranno a disposizione 3 minuti esatti e solo una manciata di parole per far emergere il proprio talento e trasmettere al pubblico il fascino e l’importanza della ricerca scientifica.

La giuria della competizione, che valuterà contenuto, chiarezza e carisma delle presentazioni, quest’anno sara composta da Nicola Bressi (direttore del Servizio Museale del Comune di Trieste), Anna Gregorio (professore di Fisica dell’Università di Trieste e presidente di PicoSaTs, startup di AREA Science Park e spin off dell’Università di Trieste), Marina Comelli (professore aggregato di Biochimica dell’Università di Udine), Serena Mizzan (direttore dell’Immaginario Scientifico) e Diana Hobel (attrice e autrice).

Ad assistere allo spettacolo ci saranno 150 studenti delle scuole secondarie di II grado della regione (ma lo show è aperto al pubblico e gratuito), che avranno modo di scoprire il lato più divertente della scienza e della ricerca, nonché di votare per il candidato preferito.

Il vincitore di FameLab Italia affronterà infine gli altri concorrenti provenienti da ogni parte del mondo nella finale di FameLab International, in giugno 2017 a Cheltenham in Inghilterra, nell’ambito del Cheltenham Science Festival.