[Innovation Forum] Grandi opportunità per FVG e USA

29/07/2016 - Servizi per l'Innovazione - Progetti e attività
4 i temi al centro dei lavori: nuovi materiali; salute, cognitive computing, effetti del cambiamento climatico sulla filiera agroalimentare.

Dopo aver dichiarato al Forum che “il Friuli Venezia Giulia è un esempio per la ricerca e innovazione”, questo pomeriggio l’ambasciatore Phillips è venuto in visita in AREA per conoscere da vicino la nostra realtà.

«Trieste e il FVG possono essere un esempio per le altre Regioni, che possono seguire quello che si sta facendo qui»: e «Trieste è un ottimo esempio a livello mondiale di ciò che si può avere in Italia e AREA Science Park è davvero un luogo di eccellenza». Dopo l’approdo in Italia di colossi come Cisco, Apple e Microsoft, per l’ambasciatore «c’è ancora possibilità di crescita». Il problema dell’Italia è semmai che «c’è poco capitale di rischio ma molte idee innovative: bisogna canalizzare questa creatività nell’attività economica».

IMG_3286

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“La ricerca scientifica e tecnologica è un esempio perfetto dei punti di forza del rapporto tra Italia e Stati Uniti e in questo contesto il Friuli Venezia Giulia, prima regione italiana per imprese che hanno introdotto innovazioni avanzate negli ultimi tre anni e unica regione italiana definita grande innovatore insieme al Piemonte, ha già fatto molto, mentre molte altre opportunità sono da cogliere”.

Lo ha affermato la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani in apertura dell’Innovation Forum “Driving change for US and Italian Innovation systems: finding better ways to learn from each other” del 28 luglio. Gli Stati Uniti sono stati rappresentati ai lavori anche con l’ambasciatore in Italia John R. Phillips.

La presidente del Friuli Venezia Giulia ha evidenziato il grande rilievo della parte commerciale dell’occasione offerta dal Forum, a partire dal Porto di Trieste “che all’inizio del ventesimo secolo era punto di partenza degli emigranti e che oggi è diventato un importante Hub per i trasporti tra Europa, Asia e America”.

Accanto al ruolo dello scalo e della collaborazione con gli USA sulle sfide dell’ICT e dell’ambiente, la presidente ha rimarcato l’importanza del mercato USA “per il legno, l’arredamento, l’export, l’agroalimentare e tutto ciò che rende famosa la regione Friuli Venezia Giulia nel mondo”.

Secondo Phillips, “l’Italia è un Paese interessante per gli investitori” anche perché “le start up italiane sembrano avere davvero un periodo fortunato: qui da tre anni – ha aggiunto – ho visto la nascita e la crescita di tante start up e l’aumento dell’interesse nei confronti del futuro economico dell’Italia per l’innovazione”.