Bilimetrix e modefinance vincitrici della prima fase dello SME Instrument Horizon 2020

08/03/2016 - Servizi per l'Innovazione
Delle quattro selezionate in Friuli Venezia Giulia due sono del sistema AREA Science Park

modeFinance, impresa specializzata nell’emissione di rating per l’analisi, la valutazione economico-finanziaria e la gestione del rischio di credito delle società di capitale, e Bilimetrix, ideatrice di un Point-of-Care per la misurazione della bilirubina nei neonati, sono risultate tra i vincitori della prima fase dello SME Instrument di Horizon 2020, finanziamento UE destinato alle PMI per sostenere le attività di ricerca e di innovazione.

Lo SME Instrument di Horizon 2020 è una misura basata su un meccanismo altamente competitivo in tre fasi: la prima esplora la fattibilità e il potenziale commerciale dell’idea progettuale, la seconda si focalizza sulle attività dimostrative e la terza che prevede misure di supporto e attività di networking per la promozione dei risultati.

In Friuli Venezia Giulia sono solo quattro le imprese che finora hanno superato la prima fase, ottenendo un finanziamento di 50.000 euro da utilizzare per la stesura del piano finanziario e di quello industriale. Due di queste, modeFinance e Bilimetrix, sono realtà del sistema AREA Science Park, entrambe nate all’interno dell’incubatore certificato Innovation Factory .

modefinance, agenzia di rating certificata ESMA (Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati), è risultata tra i vincitori della prima fase nella categoria Open Disruptive Innovation Scheme.  Ha presentato un progetto sullo sviluppo di una piattaforma per l’accesso ai rating di credito per tutte le imprese europee, strumento estremamente utile per le PMI.

Grazie anche al supporto di EU-PLAN  G.e.i.e., Bilimetrix  è rientrata tra i vincitrici dello SME Instrument 2020 per la sezione Clinical research for the validation of biomarkers and/or diagnostic medical devices. Bilimetrix, spin off dell’Università di Trieste e partecipata dalla Fondazione Italiana Fegato, ha proposto uno studio di fattibilità per la commercializzazione del sistema Bilistick, un dispositivo diagnostico a basso costo, concepito come sistema Point of Care per misurare la concentrazione plasmatica di bilirubina nel sangue intero dei neonati e facilitare la diagnosi precoce dell’ittero Neonatale.