Fornitore ICT: attestazione competenze e esperienze professionali adeguate

D – Con riferimento a “imprese regolarmente registrate presso la CCIAA, da liberi professionisti o da lavoratori autonomi che abbiano realizzato, negli ultimi cinque anni, almeno tre attività̀ pertinenti”. Per “adeguatamente documentate” cosa si intende esattamente? Devono essere solo lavori fatturati o possono essere anche progetti realizzati internamente ovvero non fatturati?

R – L’art. 4 dell’avviso stabilisce che “sono ammissibili unicamente i progetti realizzati avvalendosi della consulenza ICT qualificata di uno o più soggetti esterni indipendenti, di cui almeno uno in possesso di competenze ed esperienze professionali, pertinenti alle consulenze commissionate, adeguatamente documentate e attestate dal consulente stesso. Il fornitore è tenuto, al riguardo, a produrre una dichiarazione sostitutiva di certificazione o di atto notorio attestante il possesso dei suddetti requisiti, redatta utilizzando il modello D (Dichiarazioni indipendenza e possesso requisiti consulenti ICT) disponibile alla pagina dedicata del sito istituzionale di Area Science Park (www.areasciencepark.it/servizi-per-linnovazione/test4digitalization-2a-call)”. Il “Modello D” ovvero le dichiarazioni sostitutive di certificazione e/o di atto di notorietà, con riguardo alle tre attività pertinenti già menzionate richiede l’indicazione di riferimenti contrattuali sia per l’avvio che per la chiusura delle attività progettuali. Le attività realizzate internamente, seppure sperimentali ma non registrate dall’impresa come “commessa” non ricadono in tale categoria.

CONTATTACI

Cerchi opportunità professionali? Scopri la sezione con le selezioni per assegni e borse di ricerca, bandi di concorso e altre offerte di lavoro

  • Favoriamo la creazione di posti di lavoro e lo sviluppo economico
  • Miglioriamo la competitività delle aziende
  • Trasformiamo le idee in risultati economici
  • Valorizziamo i risultati della ricerca

se clicchi INVIA aderisci alla policy privacy