Progetti comuni nella ricerca scientifica: a Trieste incontro bilaterale Italia-Slovenia

07/11/2016 - Innovazione - Progetti e attività
Appuntamento il 15 Novembre 2016 dalle 10.00 alle 17.00, campus di Padriciano. Interverranno Stefania Giannini e Maja Makovec Bren, ministri dell'Istruzione di Italia e Slovenia

Italia e Slovenia si incontrano sul terreno della ricerca scientifica, per potenziare le loro sinergie, i progetti, le collaborazioni già in atto. Il punto d’incontro ad alto livello, fra i rispettivi Ministri dell’Università e della Ricerca scientifica, sarà l’AREA Science Park a Padriciano. L’organizzazione dell’evento è stata, infatti, affidata dal MIUR all’Università di Trieste ed al Parco scientifico situato sul Carso triestino.

Le delegazioni italiana e slovena che, come detto, saranno guidate dai rispettivi ministri Stefania Giannini e Maja Makovec Bren, si incontreranno per approfondire le interazioni tra scienza, tecnologia e società nei rispettivi Paesi, a partire dall’importante massa critica costituita da ricercatori ed innovatori scientifici di ambedue i territori, in vista dello svolgimento di un ruolo comune in ambito europeo e mediterraneo. Il punto focale di partenza sarà costituito dal programma-quadro europeo Horizon 2020, che è lo strumento di finanziamento alla ricerca scientifica e all’innovazione della Commissione europea che stanzia un budget tra i più alti del mondo: quasi 80 miliardi di euro per 7 anni (2014 –  2020).

Nel corso del meeting scientifico si punterà pertanto anche al conseguimento di risultati pratici, quali l’identificazione di tematiche interdisciplinari in aree di collaborazione comune come energia, ambiente, patrimonio culturale e naturale, materiali nuovi e avanzati, salute, acqua, industria agroalimentare. Sarà considerato l’aggiornamento di infrastrutture di ricerca di interesse comune; nonché il coinvolgimento degli stakeholder, come gli enti di ricerca e le aziende (piccole, medie e grandi imprese), per l’identificazione delle azioni nei settori dell’istruzione superiore, scienza e tecnologica e per il miglioramento della qualità della vita, la tutela dell’ambiente (con particolare riferimento al mare) e la crescita sociale, economica e culturale di Italia e Slovenia.

Il programma dell’incontro bilaterale sarà suddiviso in due parti: la prima prevede tre sessioni parallele, una per ciascun settore ERC (European Research Council – Consiglio europeo della ricerca), in cui due studiosi – uno per nazionalità – riassumeranno come vengono affrontati i principali argomenti di interesse per l’Unione europea, identificando possibili collaborazioni e evidenziando gli ostacoli e sfide. Durante ciascuna sessione parallela, verranno presentate alcune esperienze di collaborazione di successo. Nella seconda parte del programma, i moderatori delle tre sessioni riassumeranno i risultati raggiunti nella mattinata e li presenteranno ai Ministri.

 

È prevista una conferenza stampa conclusiva dei Ministri alle ore 16.00.