25 novembre 2019
Limiti e opportunità dei dati MUD per lo sviluppo di interventi di economia circolare in una zona industriale
Ricerca presentata ad Ecomondo 2019

Questo studio focalizza l’attenzione sulla gestione dei rifiuti speciali prodotti in un’area industriale specifica, valorizzando i dati provenienti dalle dichiarazioni MUD e integrandoli con informazioni di carattere economico e occupazionale derivanti da altre fonti.

L’output si concretizza in un database di rifiuti delle imprese insediate e di varie informazioni di natura economico-occupazionale, utilizzabile, fra gli altri scopi, per progettare interventi di economia circolare nell’area industriale in oggetto. A questo scopo, la metodologia presentata mette in risalto limiti e opportunità legati ai dati MUD. La ricerca si concentra sulla zona industriale retroportuale della provincia di Trieste, ma è replicabile in contesti simili.

Lo strumento elaborato può fornire opportunità a diversi tipi di soggetti utilizzatori: policy maker locali o regionali; stakeholder privati; consorzi industriali e soggetti gestori dell’area stessa. Questi ultimi, ad esempio, potrebbero utilizzare lo strumento per pianificare interventi di simbiosi industriale e strategie di gestione dell’area in chiave “eco-industrial park”.

Richiedi il report

Autori

Area Science Park
Matilde Checchi
Marco Compagnoni
Davide Cuk
Enrico Longato