Bilbao, Seixal e Trieste: soluzioni comuni per la bonifica dei siti industriali inquinati

-
Dialogo tecnico a Milano il 27 giugno 2016 alle 13.00 presso la sede dell’ANCI Lombardia

Risanare siti industriali inquinati è una necessità di salute pubblica e un’opportunità per ridare slancio all’economia dei territori. Emblematici sono i casi di Trieste (Italia), Bilbao (Spagna) e Seixal (Portogallo), accomunate dall’essere città costiere nelle quali insistono importanti realtà portuali a ridosso di zone industriali contaminate da decenni di incuria e sversamenti. È qui che il progetto europeo BRODISE intende progettare iniziative di ricerca e sviluppo tecnologico per  un’azione di risanamento e recupero.

Le aree da bonificare – EZIT per il capoluogo giuliano, Zorrotzaurre peninsula per la città basca e il sito portoghese a Seixal – risultano compromesse da una miscela di rifiuti industriali (scorie, materiali di scarto da costruzione e demolizione, terreni di riporto altamente inquinati, idrocarburi) e terreni costituiti da argille e sabbie di origine marina, fortemente contaminate da idrocarburi (TPHs e IPA) e metalli pesanti (arsenico e piombo). Individuati i problemi comuni, BRODISE intende promuovere lo sviluppo di nuove tecnologie e standard in grado di realizzare le bonifiche in situ, ossia senza movimentare o rimuovere materiali e suolo inquinato. Tali tecnologie dovranno avere elevata efficacia, tempi rapidi di implementazione, essere caratterizzate da eco-sostenibilità e da un buon rapporto costi/benefici.

Sono previsti diversi eventi internazionali per intercettare i possibili fornitori interessati, il primo dei quali a Milano il 27 giugno presso la sede dell’ANCI, in via Rovello 2, organizzato in collaborazione con AREA Science Park. Qui, operatori economici, industriali, istituzionali e ricercatori faranno il punto sullo stato dell’arte della tecnologia nel settore della decontaminazione dei suoli e sulla disponibilità di soluzioni per la bonifica dei tre siti.

In una seconda fase progettuale, legata alla call di Horizon 2020 SC5-26-2017 Pre-commercial public procurement on soil decontamination, si punterà a co-finanziare con un contributo di circa 4 Milioni di euro un appalto transnazionale di servizi di ricerca e sviluppo per la progettazione, lo sviluppo e la sperimentazione di tecnologie non ancora sul mercato, idonee a dare soluzioni efficaci nella decontaminazione dei suoli con inquinanti comuni.

L’evento milanese è riservato a 50 partecipanti. Iscrizione al seguente link entro il 26 giugno 2016.