Arrocco, la startup che aiuta a nascere altre startup

10/11/2016 - Creazione d'Impresa - Digitale & ICT
La costituzione della nuova impresa nell’incubatore Innovation Factory realizzata con una procedura interamente on line attivata dalla Camera di Commercio di Udine

Fiocco rosa a Innovation Factory, l’incubatore certificato di AREA Science Park, che vede una delle startup selezionate dal percorso di IFChallenge arrivare al traguardo del mercato. Si tratta di Arrocco srl, che può essere definita una startup al servizio della nascita di startup. Il suo core business è infatti una piattaforma online capace di supportare e guidare lo sviluppo di un’idea imprenditoriale tramite la creazione dinamica di piani economico-finanziari, sia che essa rappresenti una startup o semplicemente lo sviluppo di business già consolidati.

La proposta di Arrocco parte dalla considerazione che un numero sempre crescente di imprenditori o commercialistici ha la necessità di elaborare piani economico-finanziari in modo veloce, corretto e condiviso ad un costo accessibile. Il problema è che gli strumenti attuali (consulenti, fogli di calcolo excel …) richiedono investimenti di tempo e denaro rilevanti, know-how specifico e non garantiscono la correttezza del risultato.

“Partendo dalla nostra esperienza – spiegano due dei fondatori della startup, Filippo Franceschini e Massimo Sotgiu – avevamo per primi percepito la necessità di uno strumento per diminuire i tempi di elaborazione, non solo in un contesto tipico dei business plan, ma anche nella pianificazione strategica all’interno di una Pmi. L’obiettivo è collegare i risultati tipici della pianificazione della produzione con l’area finanza, verificando in tempi brevi l’effettiva redditività di un nuovo impianto o di un nuovo prodotto”.

Arrocco rappresenta una novità anche nella modalità costitutiva, avvenuta interamente online e senza notaio attraverso www.startup.registroimprese.it, piattaforma del sistema delle Camere di Commercio italiane in collaborazione con  InfoCamere. Il servizio, che prevede anche assistenza e consulenza agli startupper per la corretta compilazione e trasmissione degli atti digitali al Registro delle imprese, è stato fornito dalla Cciaa di Udine che, evidenzia il segretario generale Maria Lucia Pilutti, “è sempre stata punto di riferimento tra gli enti pubblici in tema di digitalizzazione. Questo ulteriore ruolo è una sfida importante che vogliamo portare avanti assieme alle aziende”.

“Il programma IFChallenge di Innovation Factory di cui ha beneficiato Arrocco – spiega il direttore di IF Fabrizio Rovatti – ha visto in competizione oltre 60 progetti imprenditoriali, 12 dei quali hanno beneficiato di un percorso di accelerazione. Innovation Factory ha deciso di investire risorse proprie nelle migliori start up uscite dal programma, mettendo a disposizione servizi di accompagnamento ‘in-kind’ ed entrando nel capitale della società. Proprio per questo abbiamo deciso di entrare nella compagine societaria di Arrocco tra i fondatori, per sostenerne da soci lo sviluppo.”

Oltre a Franceschini e Sotgiu, fondatori sono Nicola Baldissin (Ceo di The Business Game srl), Fabio Nonino (professore associato a La Sapienza di Roma), Davide Cuttini (Ceo di  Gezapp srl, BidPremium srl e Adron Technology srl), con la collaborazione del commercialista Aldo Stortini.