Diplomatici dei Paesi dell’Europa centro-orientale e balcanica in visita in Area e a Elettra

02/10/2018 - I Nostri Campus - Istituzionale
Appuntamento organizzato dall'InCE per favorire la cooperazione nella ricerca, anche nel quadro di ESOF 2020

 

Valorizzare il ruolo svolto dall’Iniziativa Centro Europea (InCE) nella promozione della diplomazia scientifica, far conoscere il sistema di ricerca e innovazione della Regione Friuli Venezia Giulia, presentare opportunità di collaborazione con le comunità scientifiche ed economiche dei Paesi aderenti all’InCE, favorire la cooperazione e l’internazionalizzazione della ricerca, anche nel quadro di ESOF 2020: sono questi alcuni dei temi al centro della visita, a Trieste, di una delegazione di diplomatici dei Paesi dell’Europa centro-orientale e balcanica.

L’appuntamento, in programma giovedì 4 ottobre, prevede una prima sessione all’Area Science Park  e una visita al Elettra Sincrotrone Trieste. I lavori saranno aperti dal Presidente di Area Science Park, Sergio Paoletti, dall’Assessore al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia, Alessia Rosolen, e dal Segretario Generale dell’InCE, Giovanni Caracciolo di Vietri.

Interverranno i rappresentanti dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale (OGS), del Centro Internazionale di Fisica Teorica (ICTP), del Centro Internazionale di Ingegneria Genetica e Biotecnologie (ICGEB), della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA), di Elettra Sincrotrone Trieste e del Consorzio Centro-europeo per le Infrastrutture di Ricerca (CERIC-ERIC).

Un focus particolare sarà dato a ESOF 2020 con l’intervento di Stefano Fantoni, Presidente della Fondazione Internazionale Trieste, anche alla luce del ruolo svolto dall’InCE nel mobilitare l’interesse dei propri Paesi membri in fase di presentazione della candidatura di Trieste, risultata poi vincente anche grazie alla dimensione internazionale e alla proiezione della città verso i Paesi dell’Europa centro-orientale.

La cooperazione scientifica è da sempre una priorità dell’InCE. Nel corso degli anni, l’Organizzazione ha sviluppato e valorizzato solide collaborazioni con le istituzioni scientifiche di Trieste, la Regione Friuli Venezia Giulia, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, e le realtà scientifiche e accademiche dei Paesi membri, mettendo in campo la dimensione istituzionale e la dimensione progettuale, e considerando la scienza come strumento della diplomazia per favorire il dialogo e per consolidare le relazioni internazionali.

In questo quadro, accanto alle azioni politico-istituzionali, l’InCE promuove diverse iniziative a beneficio dei propri Paesi, come borse di studio, attività di formazione, workshop tematici e scuole estive, favorendo la mobilità di esperti e ricercatori di tutta l’area del Centro ed Est Europa.