Barcolana 2015: la tecnologia di ASTRA Yacht a supporto di Maxi Jena e di altri team di in competizione

07/10/2015 - I Nostri Campus
Sabato 10 ottobre appuntamento con ASTRA Yacht e Accademia Barcolana di Mare e Vela a Trieste

Barcolana 2015: la tecnologia a supporto dei team in competizione, appuntamento con l’Accademia Barcolana di Mare e Vela e ASTRA Yacht

Un appuntamento aperto a tutti gli amanti della vela quello in calendario nell’ambito delle attività collaterali della  Barcolana, sabato 10 ottobre alle 16:30 presso la Galleria Tergesteo. L’Accademia Barcolana di Mare e Vela in collaborazione con ASTRA Yacht organizza un incontro per approfondire i concetti di navigazione strumentale da utilizzare in regata per imparare a sfruttare le potenzialità delle strumentazioni più comuni e dei software di navigazioni più innovativi attualmente disponibili. Inoltre, nell’occasione gli istruttori FIV dell’Accademia Barcolana faranno un’analisi del percorso della Barcolana in base alle condizioni meteo marine previste domenica,  dando consigli di strategia e tattica di regata.

I sistemi tecnologici di navigazione sviluppati da ASTRA Yacht, azienda attiva nell’AREA Science Park di Trieste, a cominciare da esa Regatta,  saranno di supporto a diversi dei principali equipaggi in competizione alla Barcolana:

  • Anywave, (con Paul Cayard, Alberto Leghissa, Alessandro Alberti)
  • Maxi Jena (con Stefano Cherin, Furio Benussi, Matteo Ledri, Mitja Kosmina, Loris Plet),
  • Pendragon (Lorenzo Bodini)
  • Duvetica Grey Goose (Vincitrice Campionato italiano 2013,2014,2015 ORC, Daniele Augusti ed Alessandro Marega)
  • Mataran MK3 (Alessandro Querin, Iacopo Cunial).

Esa Regatta, la cui nuova versione viene lanciata proprio a Trieste, è il software tattico di navigazione che per primo ha introdotto il calcolo in tempo reale dei target di navigazione. Il sistema è anche in grado di  elaborare e indicare il target delle prestazioni dell’imbarcazione, fornisce i dati per una ottimale gestione della partenza, delle layline e delle rotte, funge da ripetitore multiplo della strumentazione di bordo, fornisce un diagramma storico del vento, registra i dati di navigazione e partenza  e i target, permettendone il salvataggio su pc per eventuali successive elaborazioni.

“Esa Regatta ci da la possibilità di controllare le performance durante e dopo la regata. E’ di facile utilizzo per gestire la strategia e la tattica della regata”, spiega Loris Plet del team di Maxi Jena. Grazie a un algoritmo appositamente sviluppato, esa è in grado di elaborare mappe 3D delle reali prestazioni realizzate, guidando l’equipaggio nella messa a punto dell’imbarcazione. Esa Regatta riesce a coniugare elaborazione e presentazione dei dati a livello professionale con facilità d’uso.