Innovazione, cinque le startup selezionate dal progetto Pacinno

17/03/2015 - Supporto alle Startup
Tre vengono dal sistema AREA Science Park: Picosats, CodaQ e GeniusChoice

Un sistema tecnologico pereliminare le code alla Posta o dal medico. Occhiali personalizzati creati grazie a software di ultima generazione e alla stampa in 3d. App che aiutano gli allergici, gli intolleranti o i vegetariani (ma anche i ristoratori) a ottenere informazioni chiare e certificate sui prodotti che si acquistano. Biglietti da visita multimediali fruibili attraverso il web o gli smartphone. Piccoli satelliti che posso essere creati in modo indipendente per esigenze sempre più mirate. Queste le idee innovative premiate questa mattina da Pacinno, il progetto europeo – guidato dall’Università di Trieste – che sta dando vita alla prima piattaforma di cooperazione per le iniziative di ricerca e trasferimento tecnologico nell’area adriatica.

Gli ideatori di “CodaQ“, “Eye Eye“, “GeniusChoice“, “Kit” e “PicoSaTs” hanno potuto presentare i loro progetti a una platea di esperti di innovazione e capitali di rischio. Introdotto dal coordinatore di Pacinno Andrea Tracogna e presentato brillantemente dal team manager del progetto europeo Guido Bortoluzzi, il “Demo Day” ha visto la partecipazione di un centinaio di studenti, ricercatori, imprenditori in erba e “business angels” navigati. Si è trattato dell’ultimo atto di un programma di accelerazione di impresa denominato Coinvest Italia, promosso da Pacinno in collaborazione con i tre incubatori certificati del Friuli Venezia Giulia: Innovation Factory, incubatore d’impresa di AREA Science Park, Techno Seed, incubatore d’impresa di Friuli Innovazione e Polo Tecnologico Pordenone.

“CodaQ”, “Eye Eye”, “GeniusChoice”, “Kit” e “PicoSaTs” sono stati selezionati su una ventina di start-up che nelle ultime settimane sono state impegnate in un intenso percorso di formazione e “coaching” finalizzato a strutturare meglio il piano di business, potenziare le competenze manageriali e favorire gli investimenti.

CODAQ

Sandro Vidmar – Marko Piciulin – Alessandro Bonetti – Gabriele Soranzo

A chi piace fare la fila in Banca, alle Poste, dal medico e negli uffici pubblici? Non sarebbe forse meglio poter prenotare un appuntamento per un versamento in Banca, per la spedizione di una raccomandata, per una visita dal proprio medico di base oppure per un qualsiasi adempimento amministrativo? CodaQ è l’innovativa soluzione, messa a punto dall’omonima azienda insediata in AREA Science Park, che, gestendo contemporaneamente code e prenotazioni, permette di “osare l’inosabile” ovvero di prenotare un appuntamento dove prima era soltanto possibile mettersi in coda.

Oltre a migliorare drasticamente i servizio agli utenti finali, CodaQ permette agli erogatori (Banche, Poste, Medici, ecc.) di distribuire più efficacemente il flusso dei propri utenti abbattendo i picchi di presenza e riducendo i momenti di scarico semplicemente definendo come prenotabili degli slot orari in cui gli utenti tenderebbero naturalmente a non essere presenti. CodaQ è un “ecosistema”, fatto di hardware, software, marketplace, servizi, ecc. che permette ai clienti di attivare un sistema di gestione code e accessi in un solo giorno senza bisogno di coinvolgere altri soggetti (installatori, fornitori, ecc.).

 

EYE EYE

Giuseppe D’Orsi – Mirko Fort – Matteo Diana – Donatello Trevisiol – Paolo Cattapan

Eye Eye è un progetto di impresa che opera nel settore del design e della produzione di occhiali asimmetrici tramite sistemi automatizzati basati su software proprietari e stampa 3d. Occhiali asimmetrici dato che il nostro volto è asimmetrico e come tale non dovremmo utilizzare tutti – ciascuno con le proprie diversità – lo stesso occhiale ma dovremmo poter disporre di qualcosa che sia modellato sul nostro viso per una più precisa vestibilità e più preciso centraggio delle lenti.

Gli occhiali Eye Eye saranno asimmetrici, fatti seguendo la naturale conformazione del volto di ciascuno, che ne determinano l’unicità e la riconoscibilità. L’occhiale – ottenuto a seguito della elaborazione automatica dell’immagine del volto dell’utente – calzerà perfettamente e non dovrà subire le consuete manovre “di aggiustamento” che l’ottico è costretto a operare per adattare le forme standard a volti naturalmente non standard. Impiegando le più recenti tecnologie di stampa 3D e l’utilizzo di materiali biologici (100% compatibili) Eye Eye creerà una struttura per la progettazione e produzione di occhiali su misura asimmetrici, per un mercato nel quale attualmente operano imprese che fanno del design il loro maggiore interesse, a discapito spesso degli aspetti scientifici.

 

GENIUSCHOICE

Elisa D’Este – Barbara Codan – Alvaro Rocca

GeniusChoice rappresenta un nuovo canale che unisce i protagonisti del settore alimentare: produttori, ristoratori, distributori (retailer e e-commerce) e consumatori. Tramite le app di proprietà – GeniusVeg e GeniusFood – GeniusChoice aiuta chi ha bisogno di informazioni chiare e certificate sugli ingredienti contenuti in quello che sta per comprare, come, ad esempio, i milioni di consumatori italiani allergici e intolleranti o vegetariani. Basta avvicinare le app al codice a barre della confezione e si ha a disposizione un traduttore e un interprete dell’etichetta. Traduttore quando l’etichetta è scritta in una lingua che non è quella del consumatore, interprete perché le informazioni sono filtrate e analizzate con metodo e precisione scientifica.

Al tempo stesso GeniusChoice fornisce agli operatori del settore alimentare un servizio automatico, ma personalizzato di business intelligence. Tale servizio è di importanza strategica per l’ottimizzazione della gamma dei prodotti, dell’assortimento e per l’ampliamento del mercato, con informazioni basate sulle effettive necessità e richieste dei consumatori.

 

KIT Forward Unity srl

Davide PalaGiada SteccoGiovanni Civettini

L’azienda Forward Unity srl opererà nel settore della Comunication Technology offrendo un servizio denominato Kit (abbreviazione di “Keep in touch”, rimanere in contatto) ovvero una piattaforma di marketing innovativa che ha come fulcro il concetto di business card multimediale fruibile attraverso il Web, smartphone e dispositivi NFC (Near Field Comunication: chip per scambio dati istantaneo).

Il sistema permette di ampliare e diversificare la funzione del biglietto da visita tradizionale consentendo di ridurre drasticamente i costi legati al biglietto cartaceo, al general advertising (offerte, eventi, brochure ecc.) e di eliminare i problemi di aggiornamento delle informazioni legate alla tecnologia tradizionale aumentando esponenzialmente le capacità di marketing dei business. Il sistema completo sarà costituito da una account gestionale aziendale per creare e gestire le business card multimediali dove sarà inoltre presente una statistica riepilogativa che permetterà al cliente di sapere quanti utenti finali abbiano scaricato la business card e dove.

Il servizio sarà costituito inoltre da una app gratuita per sistemi Android, iOS e Windows Phone che fungerà da portfolio digitale poiché ogni business card ricevuta sarà archiviata in-app in una apposita sezione di raccolta e grazie alla funzione di ricerca sarà consultabile in qualsiasi momento.

Sarà prevista inoltre l’attivazione di notifiche in push in maniera tale che, a fronte di aggiornamenti di dati e/o documenti multimediali da parte del business l’utente finale possa essere istantaneamente aggiornato e avvisato. Verrà infine offerto ai fruitori del servizio una piattaforma NFC fisica pensata principalmente per le attività commerciali da poter esporre nella reception, desk, ufficio ecc. attraverso la quale gli utenti finali potranno, avvicinando il proprio smartphone ad essa, ricevere e aver archiviata istantaneamente in-app la relativa business card multimediale.

 

PICOSATS

Anna Gregorio – Mario Fragiacomo – Alessandro Cuttin – Mauro Messerotti

Il progetto d’impresa PicoSaTs srl, start-up innovativa costituita il 30 settembre 2014, spin-off dell’Università degli Studi di Trieste, prevede la commercializzazione di picosatelliti cubici di dimensioni di 10÷30 cm di lato. Il cliente di PicoSaTs potrà scegliere il suo prodotto ottimale, potrà assemblare il satellite in modo indipendente, integrare solo lo strumento di suo interesse o ancora acquistare il satellite già integrato.

Il prodotto sarà corredato da opportuni servizi che permetteranno l’accesso al settore spazio a industrie, enti scientifici e organizzazioni non specializzate nel campo aereospaziale. Negli ultimi anni è cresciuto considerevolmente l’interesse in questo tipo di piccoli programmi spaziali sia nel campo scientifico che industriale. L’innovatività di PicoSaTs consiste nel prodotto stesso che viene reso flessibile e modulare, i costi vengono minimizzati e i tempi di sviluppo ridotti a pochi mesi. A questo si aggiunge l’interesse riscontrato soprattutto da parte di giovani ricercatori e delle imprese locali con cui si stanno instaurando delle collaborazioni. Nel sistema Trieste non esiste ancora una specifica attività spaziale di tipo commerciale nella sua completezza sebbene l’attività di ricerca in questo campo sia di altissimo livello.