Ford sceglie la tecnologia italiana targata ESTECO

17/03/2015 - I Nostri Campus Servizi per l'Innovazione
La creazione di un nuovo ambiente di design collaborativo basato sulla piattaforma SOMO presentata all’evento PI Congress di Dusseldorf

ESTECO ha annunciato che Ford, uno dei colossi internazionali nel settore automobilistico, ha scelto SOMO, la tecnologia per la progettazione ingegneristica collaborativa sviluppata dall’azienda triestina, come strumento chiave per l’implementazione di un sistema per la gestione del processo di ottimizzazione multidisciplinare su scala globale. L’applicazione è stata presentata da Yan Fu, responsabile tecnico per la business strategy e per la progettazione ingegneristica alla Ford, durante l’evento Product Innovation Congress di Dusseldorf.ford-focus-restyling-2014_05_content landscape

“Il settore automotive ai nostri giorni – spiega Yan Fu – deve fare i conti con un numero crescente di requisiti, spesso in contrasto l’uno con l’altro. Per soddisfare questi molteplici vincoli in fase di progettazione, ci stiamo affidando in modo crescente alle più promettenti tecnologie sul fronte della simulazione, dell’analisi e dell’ottimizzazione multidisciplinare (MDO) per gestire la progettazione di veicoli su ampia scala”.

Personalizzato per adattarsi alla prassi ingegneristiche e ai sistemi IT esistenti in Ford, SOMO rappresenta l’evoluzione in chiave collaborativa dell’ottimizzazione multidisciplinare, in grado di razionalizzare il flusso dei dati e dei processi e di facilitare l’esecuzione distribuita dei progetti ingegneristici più complessi.

Oltre a mettere in rete i diversi dipartimenti che spesso lavorano sullo stesso progetto da parti del mondo differenti, la tecnologia enterprise di ESTECO aiuta le aziende a gestire in modo ordinato e trasparente il processo di progettazione ingegneristica consentendo ai vari esperti di concentrarsi sul proprio lavoro, valorizzando le competenze specialistiche di ciascuno all’interno di uno schema globale. Raccogliere i modelli specifici per ogni disciplina coinvolta, integrarli in un flusso di ottimizzazione su ampia scala, conservare tutti i dati in un archivio centrale con le informazioni relative alla versione, condividere i risultati con chi, a livello manageriale, dovrà poi prendere le decisioni: tutte queste attività possono essere ora svolte in modo efficiente all’interno di un singolo ambiente sicuro sui server aziendali o via web.

“Grazie a Ford – spiega Carlo Poloni, Presidente di ESTECO – abbiamo avuto la possibilità di adattare la nostra piattaforma collaborativa a un reale scenario industriale e di provare così che la giusta tecnologia è la chiave per mettere davvero a frutto i vantaggi di un approccio multidisciplinare”.

Pioniere nel settore dell’ottimizzazione numerica da oltre 15 anni, ESTECO è oggi impegnata ad amplificare i vantaggi di questa pratica ingegneristica su scala “enterprise”, in linea con le esigenze delle grandi aziende in questo settore. “Con ESTECO esiste una partnership tecnica ormai di lunga data – commenta Yan Fu – che ci ha permesso di individuare una soluzione altamente personalizzata e flessibile, che si integra alla perfezione con i nostri sistemi informatici e le policy interne di sicurezza. Per più di un decennio modeFRONTIER [la piattaforma desktop di ottimizzazione lanciata da ESTECO nel 1999, ndr] è stata usata con successo come strumento di ottimizzazione, integrazione e visualizzazione dati all’interno dell’azienda. Unafamiliarità tecnologica di lungo corso che ha portato ad una comune visione nel passaggio dal paradigma desktop a quello web attraverso uno strumento come SOMO, capace di soddisfare le esigenze progettuali di aziende globali, come Ford”.

 

ESTECO SpA

ESTECO SpA è uno dei leader nel mercato dell’ottimizzazione numerica ed è specializzata nella ricerca e sviluppo di soluzioni software utili in tutte le fasi del processo di progettazione ingegneristica. Fondata nel 1999, l’azienda occupa oggi più di 40 dipendenti e investe costantemente in risorse giovani e altamente specializzate, contribuendo alla loro continua crescita professionale. Nata come spin-off di un progetto europeo, ESTECO mantiene una solida